Sei alla guida di una PMI e aspiri ad offrire il welfare aziendale ai tuoi collaboratori, o forse sei obbligato a farlo dal tuo CCNL, ma sei preoccupato per i costi? 

Abbiamo per te una serie di consigli preziosi per sfruttare i vantaggi del welfare aziendale, limitando le spese e le procedure burocratiche.

Le esigenze delle PMI

Le PMI (Piccole e Medie Imprese) sono spesso guidate da artigiani, coltivatori diretti o professionisti che esercitano un’attività organizzata prevalentemente con il lavoro proprio e dei componenti della famiglia. 

Possiedono la flessibilità di adattarsi rapidamente ai cambiamenti del mercato e di rispondere in modo personalizzato alle esigenze dei clienti. Inoltre, spesso al loro interno la comunicazione con la leadership è diretta e immediata.

Tuttavia esistono anche dei limiti, che non devono però scoraggiare la possibilità di creare un ambiente migliore, più produttivo, sereno e attraente per favorire nuove assunzioni di personale attraverso il welfare aziendale, tenendo però in considerazione alcune caratteristiche peculiari tra cui: 

  • Risorse limitate: le PMI possono avere risorse finanziarie limitate, che potrebbero influenzare la capacità di investire in progetti complessi di welfare aziendale.
  • Strutture organizzative ridotte: le PMI hanno spesso una struttura organizzativa semplice, il che significa che potrebbero non avere reparti o personale dedicato specificamente alla gestione del welfare aziendale.
  • Orizzonte temporale: le PMI tendono a concentrarsi su un orizzonte temporale immediato e vicino, poiché devono crescere e verificare quotidianamente la bontà delle loro scelte.

Questo non significa che le PMI non possano offrire il welfare, ma potrebbero dover cercare soluzioni più semplici e gestibili, o ricorrere a consulenti esterni di welfare aziendale per la gestione di questi progetti.

Anche le PMI metalmeccaniche, che sono tenute a fornire il welfare contrattuale come previsto dal loro CCNL di riferimento, hanno l’opportunità di implementare soluzioni vantaggiose sotto molti punti di vista. Vediamo quali.

Le soluzioni di welfare aziendale più efficaci per le PMI 

Per rispondere a queste esigenze, esistono soluzioni di welfare aziendale semplici da gestire e flessibili. Tra queste, le carte regalo e i buoni pasto, che rientrano tra i fringe benefit, ossia compensi non monetari aggiuntivi alla normale retribuzione del lavoratore. 

Grazie a queste soluzioni di fringe benefit, anche le PMI possono implementare il welfare aziendale, poiché offrono:

  1. Facilità di gestione: questi tipi di benefit sono relativamente semplici da gestire rispetto ad altri tipi di benefit più complessi. Non richiedono un grande investimento di tempo o risorse per essere implementati, come un’analisi preliminare dettagliata o l’utilizzo di una piattaforma welfare.
  2. Vantaggi fiscali: queste soluzioni offrono numerosi vantaggi fiscali sia per le imprese che per i dipendenti. Ad esempio, l’azienda può dedurre dall’imponibile del reddito d’impresa tutti i costi dei beni e servizi offerti ai suoi dipendenti come welfare aziendale. Questo significa che, riducendosi l’importo su cui calcolare le aliquote, anche le tasse si riducono.
  3. Miglioramento del benessere dei dipendenti: i benefit come i buoni pasto e le carte regalo possono contribuire a migliorare la qualità della vita dei dipendenti, aumentando la loro soddisfazione sul lavoro e potenzialmente la loro produttività.
  4. Risparmio sui costi del personale: i buoni pasto e le carte regalo permettono all’azienda di risparmiare anche sui costi del personale. Infatti, questi fringe benefit si aggiungono alla normale retribuzione, così come farebbe un premio in busta paga, ma con maggiori vantaggi per le aziende.
  5. Attrattività per i talenti: offrire fringe benefit ai dipendenti può rendere l’azienda più attraente per i talenti, aiutando a reclutare e trattenere i migliori professionisti.

Le soluzioni di fringe benefit come le carte regalo e i buoni pasto, sono ideali per le PMI per ottenere i vantaggi di welfare aziendale appena visti.

Tenendo conto di queste esigenze, NoiWelfare ha sviluppato due nuovi servizi che si aggiungono al paniere di soluzioni per il welfare aziendale. Parliamo delle CARTE REGALO NoiWelfare e dei BUONI PASTO NoiWelfare.

Si tratta di nuovi prodotti creati appositamente per le PMI, e si affiancano agli altri servizi di welfare già esistenti, integrandosi in una strategia che vede NoiWelfare al passo con l’evoluzione del welfare aziendale e della società.

Le CARTE REGALO NoiWelfare sono buoni acquisto digitali che aumentano il potere d’acquisto dei lavoratori. L’azienda che decide di offrirli li può acquistare facilmente, senza vincoli o limiti. Altrettanto facilmente si possono utilizzare, scegliendo tra decine di marchi famosi dell’elettronica, gaming, sport, abbigliamento, beauty e tanto altro.

Scopri tutti i vantaggi delle CARTE REGALO NoiWelfare

I BUONI PASTO NoiWelfare sono card elettroniche ricaricabili che consentono all’azienda di offrire un benefit ai propri dipendenti, ad integrazione del loro reddito. I lavoratori possono utilizzare i BUONI PASTO NoiWelfare per fare la spesa al supermercato, anche online, o presso ristoranti e locali convenzionati, anche con consegna a domicilio.

Scopri come i BUONI PASTO NoiWelfare possono aiutare anche te

Se vuoi saperne di più, contattaci senza impegno, saremo felici di rispondere a tutte le tue domande e chiarire ogni tuo dubbio. Ricorda, il welfare aziendale non è solo per le grandi imprese. Anche tu puoi fare la differenza. Inizia oggi.